Gestione dei processi produttivi
Misure di Prestazione
Vytisknout  studijní materiál

Perche e cosi importante la misura di prestazione?

Quando una nuova metodologia gestionale e davvero piu efficiente di un’altra? Quando cio che l’azienda ha implementato e stato realmente in grado di migliorare il processo, ha innovato il prodotto, ha snellito le attivita di fornitura, ha permesso una significativa riduzione delle scorte? Dare una risposta oggettiva a queste domande e estremamente complesso. Un miglioramento atteso in una certa area potrebbe, infatti, essere disatteso perché la metodologia applicata non era corretta o semplicemente perché il problema si e spostato altrove ma e ancora in grado di inficiare il beneficio atteso. Oppure perché la valutazione fatta post-intervento e di natura qualitativa e soggettiva, magari fatta dalla stessa persona che ha promosso il progetto di miglioramento. Ancora potrebbe verificarsi la situazione in cui la metodologia applicata ha realmente prodotto un beneficio ma a discapito di un’altra area che e peggiorata sensibilmente.

Questa semplice introduzione ci dice che misurare la prestazione di un processo o ancor piu di un’impresa non e semplice. D’altro canto e indiscutibile la necessita di confrontare dati provenienti dal “campo” in modo ogettivo e quantitativo; questo vale dalla semplice raccolta del dato di produzione sino alla valutazione di differenti scelte di pianificazione. Cio che cambia e l’orizzonte temporale; l’utilita di confrontare il presente con il passato, il fenomeno puntuale con la storia di quel fenomeno, rimane invariata. Possiamo pertanto affermare che la qualita’ di gestione di un sistema produttivo si misura sulla base di indicatori quantitativi. Data la varieta’ di livelli gerarchici e scenari produttivi, non sorprende la corrispondente varieta’ di misure di prestazione che si possono creare. Questi indicatori numerici possono essere raggruppati come segue:

In particolare e’ opportuno introdurre due indici di prestazione che pur essendo utili solo in misura approssimativa, risultano particolarmente veloci da calcolare e per questo validi per una valutazione pre-intervento:

Gli indici sopradescritti si occupano di due differenti aspetti del processo di produzione, aspetti correlati dal concetto di lead time. Il primo permette di stimare la quantita di tempo persa nell’intero processo produttivo, rispetto al tempo teoricamente necessario per la reale produzione. Il secondo mette in relazione la quantita di lavoro in corso o WIP (work-in-process) rispetto al lead time di attraversamento.

Un ulteriore indice di interesse e il tasso di saturazione caratteristico dell’utilizzo di un impianto produttivo. Esso e dato dal rapporto tra le ore di lavoro effettive di una macchina o di un impianto e le ore disponibili.

Ts= (hr l/hr d) x 100

Dove i parametri hanno il seguente significato:

Infine e importante definire i concetti di flessibilita, elasticita ed efficienza utili per la valutazione complessiva delle prestazione di una parte o della totalita di un impianto produttivo:

In generale, quanto piu una stazione (o un impianto) e flessibile, tanto piu bassa e la sua produttivita e piu alto e il costo unitario di produzione.